venerdì 26 ottobre 2012

Il torrone dei morti


Buona giornata a tutti, è passato molto tempo dall’ultima ricetta, forse troppo.
Riapriamo con una ricetta di sicuro interesse per tutti golosi.

Ogn'anno,il due novembre,c'é l'usanza

per i defunti andare al Cimitero.

Ognuno ll'adda fà chesta crianza;

ognuno adda tené chistu penziero.

Con queste parole cominciava una delle più famose poesie del grande Totò, nel quale si sottolinea l’importanza che ha, per il napoletani, questa ricorrenza.
Ma in questo tempo, che si potrebbe immaginare intriso di tristezza,  in molte regioni di Italia esiste un’usanza all’apparenza discordante con la solennità che ricorre, la preparazione di dolci tipici del territori nasce da un’antica credenza che in questo giorno i cari scomparsi tornino a farci visita sulla terra. Per questa ragione, i riti di commemorazione hanno assunto in tutta Italia significati e finalità simili: accogliere, confortare, placare le anime degli avi defunti.

A Napoli il dolce prediletto è il torrone morbido che come vedrete dalla ricetta ben diverso dal classico e ben più noto, torrone bianco fatto con il miele, le nocciole e/o mandorle.
La  tradizione vuole che questo torrone venga portato in questi giorni a casa delle proprie fidanzate, invece dopo averlo preparato ho portato un’abbondante porzione al mio fidanzato. Come cambiano i tempi…!!!!!


Ingredienti per un torrone da 500 gr 


Scaglie (Fondente, latte o bianco dipende dal gusto) da sciogliere per l'esterno 70 gr

Scaglie da sciogliere per l'interno 150 gr 

Nutella 150gr

nocciole 150gr. 







Procedimento:
Sciogliete le scaglie e ricoprite le pareti della forma, mettete in frigo per 10 
minuti. 

 Nel frattempo sciogliete le restanti scaglie, incorporate la nutella e 
amalgamate tutto, alla fine inserite anche le nocciole.



Prendete la forma dal frigo e riempitela con la crema. Riponete il torrone in 
frigo per minimo due ore. 




P.s si possono fare tanti altri gusti: cocco, cassata, liquirizia, rocher, caffè,
gianduia, nocciola, pistacchio, twix, cannella etc.. in tal caso bisogna
 comprare l'estratto del gusto desiderato. Per qualsiasi info potete anche 

contattatarmi nel gruppo facebook "le ricette degli amici".

Buon appetito e.... non pensate ai chili di troppo...per quello c'è tempo, ora 
rilassatevi e godetevi del buon cioccolato.



3 commenti:

  1. Quant'è buonooooo, da noi non c'è questa usanza ma si può sempre cominciare!

    RispondiElimina
  2. Anche in Sicilia il torrone è una tradizione del Morti...questo che hai fatto tu è eccezionale.
    Complimenti e buona giornata da "LA CUCINA COME PIACE A ME"!

    RispondiElimina
  3. Bello e buono! Come vorrei averne qui un pezzetto... meglio due... meglio tutto, va'! Sono una golosona : ))

    RispondiElimina